talpy: (Ninfea)
[personal profile] talpy
Titolo: Summer’s encounters
Fandom: Kekkaishi
Wordcount: 160
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “estate”.

Da quell’ultima impresa per sigillare definitivamente Karasumori, gli incontri notturni a caccia di ayakashi che avevano scandito per così tanto tempo le vite di Tokine e Yoshimori non avevano più ragione d’essere. Se durante l’anno scolastico riuscivano quantomeno ad incrociarsi sulla strada per andare a scuola, d’estate era decisamente più difficile trovare una qualsiasi scusa per vedersi.
Teoricamente non sarebbe dovuto essere un problema, dopotutto, il lavoro delle loro famiglie si era concluso, avrebbero dovuto essere felici di non doversi incontrare ogni notte. Tuttavia, quando passava troppo tempo tra i loro incontri, o Tokine bussava alla porta accanto offrendo qualcosa preparato da sua madre o Yoshimori portava un qualche dolce che aveva cucinato.
Mangiando un ghiacciolo nel giardino di Yoshimori, la ragazza non poteva fare a meno di chiedersi cosa la spingesse a ricercare la sua compagnia.
(Quando lui le sorrideva e il suo cuore batteva più forte, si diceva che non era ancora pronta a rispondere a quella domanda).

Titolo: The woods
Fandom: Originale
Wordcount: 133
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “autunno”.

Con l’inoltrarsi dell’autunno e l’accorciarsi delle giornate, i boschi diventano sempre più vuoti. I bambini non ci corrono ridendo, cercando di acchiapparsi a vicenda, frenati da madri preoccupate. Gli atletici non danno più appuntamento all’inizio dei sentieri, il freddo e il buio più forti del desiderio di mostrare le bellezze della natura a fidanzati e fidanzate. Anche i vecchietti che vengono la mattina alla ricerca di funghi e castagne diminuiscono, cominciando a sentire gli acciacchi dell’età.
Almeno, è così che dicono.
C’è chi sente un brivido lungo la schiena a passeggiare d’autunno vicino al bosco, un qualcosa che lo spinge ad allontanarsi, a mettersi al sicuro. Chi si ritrova a ignorare quell’istinto, addentrandosi troppo in là nella foresta, difficilmente riesce a tornare a casa, il suo ultimo ricordo le risate disumane degli spiriti.

Titolo: Not so bad
Fandom: Batman/Dc comics
Wordcount: 144
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “inverno”.

L’inverno col circo era un periodo estremamente difficile per tutti, animali e artisti e acrobati, ma che si poteva affrontare senza grossi problemi se ci si dava una mano a vicenda.
Il primo inverno di Dick a Gotham, nel riformatorio, sebbene trascorso tra quattro mura riscaldate, fu il più freddo e terribile della sua vita: il mondo gli sembrava duro e imperdonabile, senza via di scampo o una possibilità di essere felici.
Il secondo inverno di Gotham invece cadde durante il periodo finale del suo allenamento con Bruce, quando gli dimostrò di essere capace di aiutarlo a portare giustizia per le strade di Gotham. Anche se non era come essere con i suoi genitori al circo, quella stagione di lavoro duro accompagnata dall’incoraggiamento di Bruce e i biscotti di Alfred, gli fece pensare che, forse, gli inverni a Gotham non erano poi così male.


Titolo: Here comes the spring
Fandom: Yuri on Ice!
Wordcount: 122
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “primavera”.

In molti davano per scontato che la stagione preferita di Victor fosse l’inverno, con i suoi laghi congelati e il mondo intrappolato tra neve e ghiaccio, come se tutto quello che era fosse legato a quell’elemento. Per un po’ lo aveva pensato anche lui -intrappolato senza saperlo- ma questo cambiò come tante altre cose quando conobbe Yuuri.
Il suo arrivo, improvviso e travolgente, portò finalmente calore nella sua vita, come se fino a quel momento lui avesse vissuto nel freddo inverno e infine era giunta la primavera. Ne divenne ancora più convinto quando lì in Giappone, ad accoglierlo al suo arrivo, trovò gli alberi di ciliegio in fiore.
Con un sorriso, cominciò a muoversi più rapidamente, impaziente di rivedere il suo Yuuri.

Titolo: Summer Vacation
Fandom: Harry Potter
Wordcount: 141
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “estate”.

Harry sapeva che, almeno in teoria, tutti i ragazzini della sua età amavano l’estate. Dopotutto, come non potevano? Le loro estati erano fatti di giochi, di viaggi, di risate e della semplice felicità dello stare con la propria famiglia. Inutile dire che non era il tipo di estate che trascorreva Harry a casa Dursley. Fino a quando fu intrappolato a Privet Drive numero 4, l’estate era solo un infernale intervallo, non un’occasione di riposo.
Solo dopo la battaglia finale, quando qualcuno al Ministero gli chiese per caso cosa progettava di fare durante le sue ferie estive, si rese conto che per la prima volta l’estate poteva essere una vacanza. Quella sera tornò a casa, meditando su cosa mai avrebbe potuto fare senza esperienze passate su cui fare affidamento: fortunatamente, pensò sorridendo quando sentì Ginny entrare, non avrebbe dovuto decidere da solo.

Titolo: Learning
Fandom: Kubo and the Two Strings
Wordcount: 182
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “autunno”.

Una volta finita quella fatidica estate che cambiò la sua vita, il mondo entrò nell’autunno mentre Kubo era alle prese con la vita con suo nonno. Lo osservava con attenzione, timoroso che si potesse ricordare la sua storia e quindi ritornare il mostro che aveva affrontato sulla riva poche settimane prima, ma sembrava un normale vecchietto smemorato.
Aveva iniziato con qualche piccola difficoltà a lavorare in paese, facendo piccoli lavori di poco conto che però li aiutavano ad andare avanti. Tuttavia, quando Kubo cominciava a raccontare, era sempre lì in prima fila, ad ascoltare rapito come gli altri.
Una sera di quell’autunno, quando si era più vicini all’inverno che all’estate, suo nonno cominciò a parlare, con tono serio ma titubante:
- Kubo, io…credo di non essere stato una brava persona. Non come mi hanno detto gli altri. Però, però io… vorrei imparare a esserlo davvero.
Kubo sbattè gli occhi, sorpreso, ma poi la sua espressione si addolcì leggermente, mentre fece un cenno positivo con la testa.
Durante quel primo autunno passato insieme, impararono a essere una famiglia. Quello successivo, lo erano diventato.

Titolo: Sal’s Winter
Fandom: Originale
Wordcount: 130
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “inverno”.

Alzar era un villaggio che non conosceva veramente l’inverno: il massimo cui arrivavano era un leggero calo delle temperature, niente che qualcosa a maniche lunghe o una giacca leggera non bastassero a contrastare.
Sal aveva sentito che in altri posti la gente doveva mettersi delle giacche pesanti per resistere al freddo, che in altri poteva addirittura cominciare a nevicare. Il giovane non aveva mai visto la neve in vita sua, ma la immaginava come un qualcosa di soffice, di magico, che potesse attutire il ritmo frenetico della città e che lo potesse portare in un mondo tutto suo.
Quando vide per la prima volta Kala, bianca dalla testa ai piedi, una piccola parte di lui la collegò immediatamente a quell’immagine dell’inverno, rapito da quella visione così estranea alla sua realtà.

Titolo: Pining Pines
Fandom: Gravity Falls
Wordcount: 141
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “primavera”.

Mai come quell’anno i gemelli Pines desideravano che la primavera passasse il più velocemente possibile. Durante gli anni precedenti era solo una stagione come tante altre, ma adesso “estate” significava “Gravity Falls”, e quindi “primavera” era ormai diventato un mero sinonimo di attesa impaziente.
I due cercavano di arginare la loro ansia di ritornare nella stramba cittadina mantenendo i contatti con gli amici che avevano lasciato lì. Dipper parlava spesso con Wendy, finalmente capace di apprezzare in pieno la sua amicizia da quando aveva veramente superato la sua cotta per lei. Mabel era in costante contatto con Candy e Grenda, ma non sapeva bene cosa della primavera l’aveva spinta a chiamare più spesso Pacifica, arrossendo per motivi altrettanto inspiegabili.
In ogni caso, entrambi non vedevano l’ora che la primavera finisse, per finalmente tornare a quel posto cui davvero sentivano di appartenere.

Titolo: Their favourite season
Fandom: Originale
Wordcount: 189
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “estate”.

Il piccolo villaggio sulla costa cercava di andare avanti come poteva. Un tempo bastava il mercato del pesce, ma col passare degli anni si era trasformato in una piccola località turistica, uno di quei posti dove andavano le coppie vogliose di mare ma non di mescolarsi con la folla.
Gli abitanti facevano buon viso a cattivo gioco e sorridevano cordiali, continuando a vivere e a lavorare vicino al mare, tramandando di generazione in generazione l’avvertimento: “Non andar vicino la scogliera/ quando è troppo vicina la sera/ lì c’è qualcosa che attende/ e se ti vede ti prende”.
Agli inizi cercavano di condividerlo con i nuovi abitanti estivi, ma dopo molti sbuffi e qualche sorriso paternalistico, cominciarono ad avvisare i bambini, gli unici su cui si poteva fare affidamento ad ascoltare le cose più importanti.
Ogni tanto c’era qualcuno che ridendo sfidava la saggezza dei locali e poi non si vedeva più: una scomparsa casuale non era notata in mezzo a tutte quelle persone che affluivano d’estate. Il villaggio aveva cominciato a detestare quella stagione di cui aveva bisogno per sopravvivere; invece le sirene della scogliera la trovavano semplicemente deliziosa.

Titolo: The Arrival
Fandom: Teen Wolf
Wordcount: 140
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “autunno”.

L’arrivo di Stiles Stilinski alla George Washington quell’autunno passò inosservato, non distinguendosi in particolar modo nel mare di normali matricole appena iscritte. L’unico a gettargli un paio di occhiate sconcertate era il suo compagno di stanza, chiedendosi a cosa potesse servire quell’enorme barattolo di polvere nera sulla scrivania, o perché avesse così tanta dimestichezza con una mazza da baseball, pur affermando di non averci mai giocato.
Tuttavia, già a novembre si sapeva che, se stava succedendo qualcosa di bizzarro nel campus, la persona cui chiedere aiuto era Stiles. Ascoltava con attenzione, faceva un paio di domande strane, faceva un cenno positivo con la testa e ti diceva che, quando avrebbe risolto, ti avrebbe fatto sapere.
Non si sapeva bene chi fosse o che facesse, ma faceva di tutto per far sentire chi era spaventato di nuovo tranquillo, e quello bastava.

Titolo: Christmas present
Fandom: Rise of the guardians
Wordcount: 233
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “inverno”.
Note: dedicata ad arwen88 ;)

North sospirò esausto, muovendo i piedi a fatica nel percorrere il laboratorio eccezionalmente vuoto. La sera (o meglio, la mattina) di Natale dava sempre un paio di giorni di meritato riposo agli yeti, e quindi quel luogo solitamente frenetico e pieno di movimento, era silenzioso e tranquillo.
Lentamente, arrivò nella sua stanza, ma sobbalzò dalla sorpresa quando s’accese la luce all’improvviso, rivelando Bunny che stava…accarezzando un uovo?
-… È qui che devo dire “Ti aspetti che parli?” e tu dici “No signor North, mi aspetto che lei muoia?”
Bunny sbuffò annoiato, scuotendo leggermente la testa.
- Vedo che la stanchezza non ti toglie il senso dell’umorismo.
- Temo di no. Piuttosto, tu che ci fai qui?

Bunny scosse le spalle, spostando lo sguardo sull’uovo; North rimase in silenzio, aspettando la sua risposta.
- … Di solito torni prima e mi ero un po’ preoccupato, questo è tutto.
La stanchezza di North non gli impedì di sorridere, mentre si avvicinava al coniglio per poi mettergli una mano sulla spalla, abbassandosi per guardarlo negli occhi.
- Apprezzo la preoccupazione, ma è tutto a posto, sono solo un po’ stanco. Però…
- Però cosa?
- Dopo gli yeti hanno la giornata libera e saremo soli per un paio di giorni e potremmo divertirci un po’.
Bunny alzò un sopracciglio, una scintilla di divertimento nei suoi occhi che rivelava che stava decisamente apprezzando quell’inatteso regalo di Natale.

Titolo: Nervous
Fandom: Kekkaishi
Wordcount: 114
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “primavera”.

Yoshimori cammina per strada, col suo solito bricchetto di caffellatte alla mano e i capelli scompigliati dalla brezza primaverile, sentendosi un po’ a disagio nella sua nuova divisa scolastica. Sapeva che sarebbe cambiato poco o niente rispetto alle medie (stesse compagni, stessi amici, stessa scuola), tuttavia, chissà perché una parte di lui era nervosa. Con un sospiro, continuò a sorseggiare, sperando che la bevanda gli chiarisca un po’ le idee.
- Ah, Yoshimori!
Quando si gira, vede la figura familiare di Tokine che gli si avvicina, e non riesce a fare a meno di ricambiare il sorriso e, sentendo il cuore battere più velocemente, di chiedersi se in fondo non fosse quello il motivo.

Titolo: Like Once
Fandom: Monster Allergy
Wordcount: 133
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “estate”.

Zick sapeva che ci sarebbe voluto un po’ di tempo perché la sua amicizia con Elena tornasse come un tempo. Certo, l’affetto e la complicità erano rimaste le stesse, ma il domatore sapeva che l’aver rotto tutti i contatti aveva davvero ferito la sua amica e che avrebbe dovuto dimostrare che questa volta era lì per restare.
Per questo, dopo un anno di messaggi e di mail e di telefonate, si presentò con l’auto al college di Wunderville l’ultimo giorno di esami, pronto ad aiutare Elena a tornare a casa per l’estate. Durante il viaggio, la sua amica continuò a parlare ancora e ancora, ma lui non poteva fare a meno di ascoltare rapito mentre guidava.
Sperava solamente che quell’estate, trascorrendo un po’ di tempo insieme, potessero finalmente sentirsi vicini come un tempo.

Titolo: Once back
Fandom: Gravity Falls
Wordcount: 168
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “autunno”.
Note: dedicata a chibi_saru11 ;)

Trascorse un paio di settimane dal ritorno dei loro figli, mamma e papà Pines non sapevano bene cosa pensare. I gemelli Pines che stavano affrontando quell’autunno non erano gli stessi che avevano mandato in Oregon, speranzosi che un’estate trascorsa all’aperto gli facesse bene.
Mabel sembrava più matura, meno concentrata sui ragazzi e più sicura di se stessa, ma gli incubi erano un qualcosa di nuovo e terrificante. Dipper, invece di interagire di più con la vita all’aria aperta come speravano, si era rinchiuso ancora di più in casa, riempiendo le pareti di ritagli di giornale e teorie del complotto.
Tuttavia, forse quello che più li spaventava non erano gli incubi o le nuove abitudini, ma era lo sguardo nei loro occhi quando li rimproveravano, che faceva trasparire sena dire una parola che non li potevano toccare, che avevano affrontato qualcosa di ben più terrificante.
Tutto quello che riuscivano a fare, era sostenerli e cercare di aiutarli come più potevano, sperando che col passare dell’autunno i loro bambini migliorassero.

Titolo: Cold
Fandom: Miracoulus Ladybug
Wordcount: 103
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “inverno”.

Chat Noir era seduto su un tetto, ammirando la neve che cadeva sulla città. La vista di Parigi che pian piano diventava sempre più bianca era quasi ipnotica, non riusciva a distogliere lo sguardo, incurante del freddo e del vento.
Quando indossava il suo costume, Chat Noir poteva veramente toccare con mano la libertà di muoversi ed esprimersi come voleva, ma quei momenti in cui era fermo, immobile e silenzioso, erano quelli in cui sembrava più Adrien che il fedele alleato di Ladybug, tormentato dalla consapevolezza che quel tetto esposto al freddo vento invernale, era ben più caldo della casa che lo aspettava.

Titolo: Fascinating Spring
Fandom: Star Trek
Wordcount: 110
Prompt: Cow-t 7: almeno 100 parole su “primavera”.
Note: dedicata a pica ;)

Non era stato per niente facile convincere Spock a prendersi qualche giorno di ferie. L’unica cosa che era riuscita al vulcaniano a sospirare e acconsentire, era stato un mini ricatto morale che non si sarebbe riposato se non ci fosse stato anche lui. Certo, non era stata l’azione più corretta del mondo, ma a Jim non importava. Voleva portare il suo primo ufficiale a vedere non la Terra fatta di città e musei, ma quella che conosceva lui, fatta di campi, alberi e fattorie.
Quando vide Spock aprire leggermente di più gli occhi, facendosi sfuggire un “Interessante” sottovoce mentre ammirava gli alberi in fiore, sapeva che non era stato invano.

 

Profile

talpy: (Default)
talpy

April 2017

S M T W T F S
      1
23456 78
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Jul. 28th, 2017 12:45 am
Powered by Dreamwidth Studios